TRASLOCARE.NET :il portale italiano sui traslochi, traslocare, preventivo trasloco abitazione, tutto per traslocare: preventivo trasloco abitazioni e uffici, traslochi civili, traslochi industriali, traslochi e trasporto opere d'arte e strumenti musicali, trasporto capi appesi, preventivi trasloco Italia, preventivi traslocco, preventivi traslochi, preventivi traslocchi, traslocare, traslocando, ho traslocato, devi traslocare,

 

Il nostro marchio registrato

Compila il Preventivo on Line per sapere subito quanto costa il tuo trasloco

 -

 

le nostre guide per traslocare

Assistenza on Line- mandaci e-mail richiesta

 

clicca sul menù PRODOTTI e cerca i migliori materiali per il tuo trasloco

 

manuale per traslocare

 

Come Lavoriamo:alcune foto di lavori eseguiti

       
       
 

Menu:

 

 

 

 

 

 

 

Le nostre offerte/proposte

per risparmiare

 

TRASLOCHI

Le vostre richieste

Le vostre offerte

 

Le occasioni per i traslocatori

nuovo e usato

 

Offerta del mese:

Compila la richiesta e metti on line

il tuo trasloco - risparmiando

 

seguici su Facebook

TraslocareGruppoTraslochi

 

Guide & Approfondimenti -Sicurezza Inail -Gas

GUIDE & APPROFONDIMENTI  

sicurezza - guida Inail www.inail.it

 

 

PUBBLICAZIONI E RIVISTE - OPUSCOLI

Il Gas

Gli apparecchi a gas sono rischiosi se male installati, usurati o non correttamente manutenuti.
I due grandi pericoli sono rappresentati da:

  • fuga di gas
  • ossido di carbonio (CO), liberato da apparecchi difettosi


    Il gas metano è altamente esplosivo!

    L'ossido di carbonio è tossico!
I sintomi più comuni
dell’intossicazione da CO
In ordine di frequenza
Mal di testa 88%
Vertigini 83%
Nausea 75%
Sonnolenza 75%
Secchezza delle fauci 44%
Diarrea 17%
Vomito 11%

 

Per Prevenire

 

  • NON LASCIARE i fornelli accesi esposti a correnti d'aria che potrebbero spegnere la fiamma

     
  • CHIUDI il rubinetto, apri le finestre e non attivare comandi elettrici, se senti un forte odore di gas

     
  • È CONSIGLIABILE installare sensori del gas
     

 

  • È PREFERIBILE collocare esternamente le caldaie a gas; se sono all'interno, che siano del tipo "a fiamma protetta", marchiate CE

     
  • CHIUDI il rubinetto principale, se non utilizzi per lungo tempo gli apparecchi a gas

     
  • ASSICURATI che nell'ambiente, dov'è collocata la caldaia a gas, sia garantita un'apertura esterna di aerazione permanente

Regole per la Manutenzione degli Impianti e degli Apparecchi a Gas

Impianto

Farne testare annualmente la funzionalità.

Ventilazione
degli ambienti

Verificare che l’apertura di ventilazione non sia ostruita. Deve essere di almeno 100 cm2 ed è obbligatoria ovunque vi sia un apparecchio a gas non stagno, anche solo una cucina a gas. Permette alla fiamma di bruciare meglio e quindi non deve essere occlusa da un mobile accostato. Per evitare il problema degli spifferi la collocazione ideale è dietro un calorifero. Può essere realizzata anche sul vetro della finestra o nel cassonetto, ciò che conta è che sia sempre in comunicazione diretta e permanente con l’esterno.

Caldaia

Deve essere verificata da un tecnico abilitato, ogni anno, all’inizio dell’inverno; ogni due anni deve esserne controllato il rendimento di combustione. Tutti gli interventi devono essere segnalati su un libretto. Per le caldaie meno nuove, a fiamma libera e non dotate di dispositivo antiriflusso, deve essere verificato l’eventuale riflusso dei fumi, controllando se si appanna uno specchietto accostato all’apertura da cui l’apparecchio preleva l’aria (vicino alla fiamma).

Scarico fumi

I gas prodotti dalla combustione, compresi quelli della cucina, vanno sempre evacuati all’esterno. È opportuno controllare almeno annualmente, lo stato delle canne fumarie metalliche, soprattutto nel punto di innesto del muro, verificando che non ci siano annerimenti. L’annerimento è conseguenza di un cattivo tiraggio e di uscita di fumi contenenti - anche - ossido di carbonio. Non si possono collegare a una medesima canna apparecchi di cottura e scaldabagno e tantomeno apparecchi che funzionano a gas con apparecchi che lavorano con altri combustibili (per esempio caminetti a legna). Se dalla cappa della cucina fuoriescono strani odori, è necessario controllare se vi siano scarichi abusivi di fumi di scaldabagno nella canna fumaria collettiva.

Canna fumaria

Controllarla annualmente per eliminare le eventuali ostruzioni dovute a polvere, fuliggine o a nidi di uccelli, se l’esterno non è protetto da una griglia.

Cucina a gas

Il tubo di gomma - che dovrebbe essere marchiato UNI-CIG 7140 IMQ e non superare la lunghezza di m 1,50 - deve essere sostituito entro la data di scadenza riportata sul tubo stesso (la vita massima di un tubo di gomma è di 5 anni). I fuochi devono essere ripuliti con spugnette metalliche (senza detergenti che potrebbero incrostarli) verificando che la fiamma esca da tutti i forellini e che i bruciatori tengano il minimo.

Cappa catalitica
(a ricircolo)

Poiché queste cappe non trattengono i fumi della combustione, ma solo i grassi della cottura, devono essere collegate a uno scarico, che porti i fumi all’esterno o che confluisca in una canna fumaria. Far pulire periodicamente le incrostazioni di grasso, che potrebbero incendiarsi, e sostituire ogni tre mesi i carboni attivi.

Scaldabagno a gas

Deve essere verificato una volta all’anno, da tecnico abilitato. Se l’apparecchio è di vecchio modello, controllare l’eventuale riflusso di fumi, verificando se si appanna uno specchietto posto vicino all’apertura di ventilazione della fiamma.

 

 

 

risoluzione consigliata 1024x768

 

consegnamo in tutta Italia e CEE

comodamente a casa tua

 ® Traslocare.net (Como) Italy 0039 0331 832289 Dicas 2001-2016 ©